Rapporto Banca-Impresa: il Ruolo del Professionista Specializzato in Banking & Rating Advisory
convegno gratuito

Nel mese di giugno 2019 l’EBA (European Banking Autority) ha sottoposto alla consultazione delle banche e degli altri intermediari finanziari le nuove Linee Guida in materia di concessione creditizia e monitoraggio del rischio di credito.

Il documento, elaborato dall’EBA e che ragionevolmente entrerà in vigore entro la fine dell’anno in corso, si pone l’obiettivo di “armonizzare” a livello europeo le migliori pratiche professionali in materia di valutazione del merito creditizio, sia in sede di prima concessione (origination) che di monitoraggio (monitoring).

Ciò si rifletterà inevitabilmente sulle esigenze organizzative e necessità formative degli enti creditizi e, conseguentemente, sui rapporti intrattenuti con le imprese clienti.

Quest’ultime dovranno necessariamente dotarsi, di adeguati strumenti informatici capaci di accurate, affidabili e tempestive analisi, valutazioni e simulazioni economico-finanziarie su base forward-looking per la gestione continuativa dei correlati rischi d’impresa (Early Warning & Financial Tool) oltre che di adeguate risorse professionali specializzate in normativa bancaria e metodologie di valutazione del merito creditizio, anche alla luce dei contemporanei e altrettanto stringenti obblighi amministrativi ed organizzazioni imposti dal nuovo Codice della crisi e dell’insolvenza (introduzione dei programmi di valutazione del rischio di crisi aziendale e di insolvenza e sistema di allerta precoce interna).


  • Overview sulla normativa di vigilanza bancaria armonizzata e impatto operativo sul rapporto banca-impresa (codice MEF B.1.31);
  • Definizione armonizzata di default e overview sulle linee guida EBA sulla “Loan origination & monitoring” (codice MEF B.1.31);
  • Il rapporto banca-impresa: il punto di vista della banca alla luce dei maggiori e più stingenti vincoli normativi imposti dal nuovo Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza (codice MEF C.3.10);
  • Il ruolo del professionista quale “cinghia di trasmissione” nel rapporto banca-impresa ed il ruolo di garanzia riconosciuto dal nuovo Codice della crisi e dell’insolvenza nella comunicazione finanziaria (codice MEF B.5.2).